Hanau sotto l’ombra del terrorismo di destra

Era una tranquilla serata di febbraio. Poi gli spari. Ieri sera ad Hanau, cittadina dell’Assia non lontana da Francoforte, 15 persone sonostate uccise o gravemente ferite da un uomo non ancora identificato dalle autorità. Da quanto è stato riportato dai media tedeschi, l’aggressore, che probabilmente non era solo, si sarebbe presentato in tre diversi locali della cittadina tedesca frequentati solitamente da immigrati di origine turca e ha apetto il fuoco contro di loro. Nei primi due locali, oltre ai feriti, hanno perso la vita nove persone; nel terzo bar, invece, non ci sono state conseguenze all’attacco di follia di quest’uomo. Le piste che gli inquirenti stanno seguendo sono diverse e non è esclusa quella dell’attacco a sfondo terroristico. La Germania e l’Europa intera ripiombano dunque nell’ombra del terrorismo di destra. Solo qualche giorno fa la polizia tedesca ha arrestato 12 uomini di età compresa tra i 20 e i 60 anni perchè sospettati di far parte di organizzazioni di estrema destra che progettavano attacchi a moschee e centri di accoglienza dei profughi. Fino a dove si spingerà l’uomo che ha paura del diverso?

Germania, strage ad Hanau (Andreas Arnold/dpa via AP)
Germania, strage ad Hanau (Boris Roessler/dpa via AP)
Germania, strage ad Hanau (AP Photo/Michael Probst)
Germania, strage ad Hanau (AP Photo/Michael Probst)
Germania, strage ad Hanau (AP Photo/Michael Probst)
Germania, strage ad Hanau (Boris Roessler/dpa via AP)
Germania, strage ad Hanau (Boris Roessler/dpa via AP)
Simple Share Buttons