Sotto una buona stella

Sapevate che il primo a rappresentare la stella come una cometa fu nientemeno che Giotto?
Negli affreschi della Cappella degli Scrovegni a Padova, del 1304 circa, il capostipite di tutta la pittura occidentale così come noi la intendiamo, ossia come mimesi del dato naturale, raffigurò la cometa di Halley, che il grande artista aveva potuto osservare di persona nei cieli quel 25 ottobre 1301, quando appunto la cometa era passata. Non tutti sanno che anche Milano ha la sua stella dei Magi che svetta, corredata di otto punte, ma non di una coda, al posto della più tradizionale croce, sul campanile della chiesa di Sant’Eustorgio, che conserva appunto le reliquie dei tre re.

Un originale itinerario tematico presenta le stelle presenti nelle opere della Pinacoteca di Brera di Milano dove troverete tante curiosità sulla cometa che guidò i Re Magi.

Simple Share Buttons