Deus caritas est. Una rilettura ad un anno di distanza

A un anno di distanza dalla pubblicazione della Deus caritas est, si propone una rilettura dell’Enciclica di Benedetto XVI mettendo in luce alcune implicazioni per la vita economica e civile contenute nella prima parte della lettera. In particolare a partire dall’unitarietà e non contrapposizione delle forme dell’amore ( eros, philia e agape), si sviluppano alcune intuizioni relative a una nuova declinazione del «principio di sussidiarietà».

 

Articolo completo disponibile in Pdf

 

 

 

I più letti della settimana

Se EDB chiude…

Vasco

Pensiero debolissimo, anzi no

Trieste

Dietro i fatti di Trieste

Simple Share Buttons