CN+

Dall’Uruguay ad Harvard

La storia di Milagros Costabel è fatta di amore e resilienza. Nata cieca, ha potuto studiare grazie alla sua perseveranza ed a quella di coloro che hanno saputo guardarla oltre la sua disabilità.
Foto: profilo Facebook Milagros Costabel

«Se sopravvive sarà un miracolo». E quel corpicino nato prematuro, che stava nel palmo di una mano e pesava appena 740 grammi, sopravvisse. Proprio in virtù di quel primo responso medico, i genitori la vollero chiamare Milagros (miracoli, in…

QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI A CN+

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Al via il Città Nuova day

Finestre o muri

Perdite, separazioni e lutti

CNday: gli appuntamenti di oggi

Simple Share Buttons