Per una civiltà 
della fraternità

Il 12 settembre 2019 papa Francesco ha lanciato l’invito a un Patto educativo globale, da suggellare con un evento a Roma il 14 maggio 20201 che a causa della pandemia si è dovuto rimandare. Durante tutto il 2020 il tema è stato rilanciato e si sono avviate in tante parti del mondo iniziative che hanno tracciato specifici percorsi indirizzati soprattutto agli educatori e alle giovani generazioni. Ma come questo Patto può essere di luce e trovare concretizzazione anche nella pastorale ordinaria? Ce ne parla l'arcivescovo segretario della Congregazione per l’educazione cattolica alla quale papa Francesco ha affidato la promozione del Patto educativo.

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

Leggi anche

Riflessioni
La promessa del padre

La promessa del padre

di

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

Scopri Città Nuova di Aprile!

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Altri articoli

Dopo Filippo, la fine di un’epoca?

Gocce di Vangelo 12 aprile 2021

Giordania, il re rassicura

La magia dei grandi balletti

Simple Share Buttons