Chiude il Forum Compraverde Buygreen

Presentati i numeri del GPP in Italia 2020 e premiate le migliori esperienze italiane nella ristorazione collettiva, nelle attività culturali e nell’edilizia, nei criteri sociali e di sostenibilità

La XIV edizione del Forum Compraverde Buygreen si è conclusa venerdì 9 ottobre con la premiazione delle migliori esperienze italiane di Green Public Procurement (GPP): istituzioni e imprese che si sono distinte nell’ambito delle loro attività.

Il convegno “Osservatorio Appalti Verdi: i numeri del Green Public Procurement in Italia” è stata l’occasione per presentare il rapporto 2020 sullo stato di utilizzo dei CAM, ovvero i criteri ambientali minimi nel Paese. Da questi risultati si evince una crescente attenzione da parte delle aziende private e dalle amministrazioni pubbliche sul tema, con l’esigenza di maggior formazione e monitoraggio.

Quest’anno il Forum, in collaborazione con Confindustria, ha fornito un quadro di indagine anche sugli acquisti e le catene di fornitura sostenibili in Italia. Dalle 200 maggiori imprese italiane – pubbliche e private – coinvolte è emerso un dato incoraggiante e di stimolo per tutte le altre realtà.

In questa giornata conclusiva si sono susseguiti poi vari workshop sui criteri sociali e sulle politiche per la parità di genere (più welfare pubblico e aziendale per le donne), sulla finanza sostenibile fino a giungere alle proposte per le attività culturali a impatto zero.

«Un patrimonio collettivo, questo è il Forum Compraverde – ha affermato Silvano Falocco, Presidente della Fondazione Ecosistemi -: un patrimonio di idee, materiali, dati, proposte, sessioni formative, premi, relazioni umane. Un’edizione coraggiosa con 14 convegni sia dal vivo che in live streaming, 10 tavoli di lavoro sul web, 180 relatori, 12 aule formative con lezioni gratuite e scaricabili dalla rete, 16 premi per il Premio Compraverde e il Premio Manlio Resta, 3 rapporti colmi di dati sul Green Public Procurement con l’Osservatorio Appalti Verdi costituito da Legambiente e Fondazione Ecosistemi, il Sustainabilty Monitor sulla qualità ambientale e sociale delle catene di fornitura, l’indagine sulla formazione dei manager sui temi della sostenibilità. Tutto pubblico, scaricabile, perché la conoscenza è il bene comune più importante. Come la salute, che abbiamo tutelato, nel corso dell’evento, con responsabilità e rigore. E abbiamo lanciato nuove sfide: finanza sostenibile e tassonomia, gender procurement, linee guida per il Plastic Free, Farm to Fork, osservatorio sui biolubrificanti, cinema sostenibile, ecobonus nel settore culturale. E siamo già pronti per il 2021».

forum-compraverde-2020-b

In chiusura della manifestazione la consueta cerimonia di consegna dei premi. Nello specifico sono stati assegnati i seguenti riconoscimenti:

SEZIONE EDILIZIA – MATERIALE ECO-INNOVATIVO:

AM TECHNOLOGY SRL Per l’impegno nella formulazione di un prodotto verniciante che contribuisce ad assorbire inquinanti atmosferici e a ridurre i consumi energetici dell’edificio, con una grande attenzione alla riduzione delle sostanze chimiche nocive e alla minimizzazione degli imballaggi e dei trasporti.

SAXA GRES SPA Per l’impegno nella costruzione di un processo produttivo circolare, a partire dall’acquisizione e ammodernamento di impianti produttivi esistenti, con l’obiettivo di coniugare economia circolare e salvaguardia dei posti di lavoro in regioni e in un settore molto colpiti dalla crisi economica.

SEZIONE MENSA VERDE

REGIONE LAZIO Per l’attenzione all’inserimento dei criteri premianti e l’impegno a ridurre l’impatto ambientale del servizio.

SEZIONE BANDO VERDE:

ARPAe Per l’introduzione della valutazione delle offerte secondo il principio dell’LCC (life cycle costing) come previsto dal codice dei contratti, che apre una strada a questo tipo di valutazione sempre più richiesta dalle nuove normative europee e ancora poco utilizzata.

INTERCENT-ER Per l’introduzione della valutazione delle offerte secondo il principio dell’LCC (life cycle costing) come previsto dal codice dei contratti, che apre una strada a questo tipo di valutazione sempre più richiesta dalle nuove normative europee e ancora poco utilizzata.

COMUNE DI ROMA con il merito di aver anticipato sui tempi l’entrata in vigore dei nuovi CAM, adottati con DM n. 63 del 10 marzo 2020, inserendo nel bando come specifiche tecniche o condizioni contrattuali diversi requisiti ambientali previsti dal nuovo decreto sulla gestione e manutenzione del verde pubblico.

UNIVERSITA’ DI FOGGIA per l’idea e la realizzazione di una completa mobilità sostenibile per il servizio di consegna della posta interna, replicabile in molte altre università, a supporto del percorso verso la sostenibilità già intrapreso dall’Università di Foggia.

SEZIONE POLITICA GPP:

COMUNE DI PADOVA Per aver dato continuità nel tempo ad una politica di GPP strutturata attraverso un Piano di Azione (aggiornato nel 2019), l’attivazione di una solida rete locale di soggetti coinvolti nella promozione del GPP a livello territoriale, e per aver sperimentato l’integrazione di criteri ambientali nella progettazione e realizzazione di eventi pubblici sul territorio.

PROVINCIA DI PIACENZA per aver pienamente integrato gli acquisti verdi nelle proprie attività, attivando azioni di formazione del personale realizzando procedure di acquisto di entità significative con criteri ambientali e sociali.

SEZIONE CULTURA IN VERDE:

FESTIVAL FANO JAZZ BY THE SEA – JAZZ VILLAGE per il percorso verso la sostenibilità e la realizzazione di un evento musicale reso sostenibile dal rispetto delle caratteristiche ambientali attraverso il coinvolgimento e la valorizzazione dell’intero territorio di Fano.

COMUNE DI BERGAMO per la volontà nel perseguire un percorso green mediante l’approvazione della delibera delle linee guida e del logo denominato “Green Freindly Event” per la concessione di un patrocinio “green” da conferire ad eventi socio-culturali che pongano attenzione agli impatti ambientali associati alla loro realizzazione.

SEZIONE VENDOR RATING E ACQUISTI SOSTENIBILI

SOFIDEL SPA per aver strutturato un sistema di vendor rating sostenibile oggettivo o trasversale al gruppo, certificato ISO 20400, e tuttavia attento alle specificità dei singoli fornitori, che, qualora performino al di sotto dello standard atteso vengono accompagnati al miglioramento attraverso formazione e assistenza.

ALGARIA SRL per aver saputo costruire il proprio core business con materie prime e imballaggi sostenibili.

ORTOBELLINA SRL per aver saputo costruire il proprio core business con materie prime e imballaggi sostenibili.

ACQUEDOTTO DEL FIORA SPA (ADF) per la grande attenzione dimostrata verso il territorio, avendo costituito un apposito albo per i fornitori locali sostenibili

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons