Adolescenti, una guida da parte di Facebook

«Trova le persone giuste. Segui i tuoi interessi. Crea contenuti fantastici. Ecco da dove cominciare». L’iniziativa del celebre social network per i più giovani, ma utile per tutti
(AP Photo/Marcio Jose Sanchez

Facebook ha svelato in questi giorni il Portale per gli adolescenti, una sua nuova iniziativa ambito di educazione digitale. Si tratta di una novità, per Facebook, che con questo portale pensato appositamente per sensibilizzare i più giovani Facebook prova a rispondere alle critiche piovute da più parti di operare iniziative votate solamente in linea con le normative vigenti.

La piattaforma si divide essenzialmente in due grosse sezioni. La prima è un glossario interattivo che sintetizza le nozioni di base di Facebook, dove viene spiegato cosa sono gli elementi che compongono l’universo Facebook: le pagine, i gruppi, gli eventi, un profilo. Sempre nella stessa sezione Facebook spiega, in modo molto dettagliato e concreto, come definire e gestire la propria rete di amicizie, come proteggersi e come modulare la visibilità dei contenuti pubblicati.

Ad esempio viene spiegato come visualizzare il proprio profilo dall’esterno (per vedere cosa gli altri possono vedere di ciò che abbiamo pubblicato), come sottoporre i post a diversi spettatori attraverso la funzionalità delle liste personalizzate. Oppure come controllare secondo quali criteri vengono mostrate le inserzioni pubblicitarie.

La seconda sezione è una raccolta di testimonianze di altri adolescenti su aspetti virtuosi che Facebook può alimentare.

Il decalogo per i giovani

Facebook ha costruito e mostra agli adolescenti anche un decalogo il cui scopo è quello di porre l’accento su alcuni temi collegati all’uso del social network. Si passa da consigli più pratici a suggerimenti più paternalistici. Ecco il decalogo completo:

Pensa (per cinque secondi) prima di agire – Prima di pubblicare un contenuto visibile a tutti, fermati a pensare (per cinque secondi): “Mi sentirei a mio agio nel leggerlo ad alta voce davanti ai miei genitori e ai miei nonni?”. A scuola ci saranno sempre persone che pubblicano un numero esagerato di contenuti privati sui social media (così come anche molti adulti). Resisti alla tentazione, ignora il fracasso e condividi i dettagli più intimi e privati solo con i tuoi amici stretti.

Non lasciare che gli estranei entrino nel tuo spazio – Sii consapevole di chi ha il permesso di entrare nel tuo spazio personale e visualizzare le tue informazioni e i tuoi contenuti. Controlla regolarmente la tua lista degli amici e accetta richieste di amicizia solo da persone che conosci. Controlla attentamente chiunque altro voglia contattarti e rimuovi dagli amici chi non é più benvenuto.

Non lasciare la porta aperta – Lo sai già, ma è bene ripeterlo: non condividere la tua password con nessuno, né con i tuoi amici, né con la persona con cui esci. Non vale mai la pena di correre certi rischi.

Cambia spesso la serratura – Se il numero dei tuoi amici cresce, ricontrolla regolarmente le tue impostazioni sulla privacy per assicurarti di avere il controllo sulle informazioni che rendi pubbliche e su quelle che invece vuoi mantenere private.

Se vedi qualcosa che non va, non restare a guardare – Se vedi contenuti che ti turbano o commenti offensivi sulla pagina di un amico, oppure se interagisci con qualsiasi cosa ti faccia sentire a disagio, parlane con qualcuno: invia subito una segnalazione all’app per migliorare l’esperienza di tutti, compresa la tua.

Se non ti senti a tuo agio, parla con qualcuno – Se qualcuno o qualcosa ti mette a disagio o se usare Facebook in generale ti fa sentire triste o ti causa stress, confidati con qualcuno a te vicino. Non c’é niente di male nel prendersi una pausa dai social media.

Non dare informazioni personali a persone appena conosciute – Regola d’oro: non condividere mai il tuo indirizzo o la tua posizione esatta quando ti trovi da qualche parte o altri dettagli privati sulla tua vita con persone conosciute da poco. Lo stesso vale per le informazioni che riguardano i tuoi amici: non condividerle senza la loro autorizzazione.

Non essere sciocco – Ricorda che ‘si raccoglie quello che si semina’. Presta attenzione ai tuoi comportamenti, sii generoso con i complimenti e assumi un atteggiamento positivo quando interagisci con i contenuti di altre persone.

Fidati del tuo istinto – Se pensi che ci sia qualcosa che non torna con uno dei tuoi amici su Facebook, parla con lui e controlla che stia bene. Se non sai se condividere un contenuto o se un link ti sembra strano, fidati del tuo istinto.

Aiuta gli altri – Supporta gli amici più svantaggiati di te, che devono affrontare più difficoltà o hanno semplicemente bisogno di una mano. Se noti che stanno vivendo un’esperienza negativa online, intervieni. Aiutare gli altri significa impegnarsi perché possano far sentire la loro voce.

Un portale per tutti

Il portale per gli adolescenti di Facebook è in realtà un luogo da navigare non solo per i più giovani (anche se i dati li descrivono ormai lontani da Facebook), il cui problema non è di natura del come si fanno le cose, ma della consapevolezza di ciò che ogni gesto può produrre o lasciare marchiato per sempre, ma anche per gli adulti, che spesso compiono azioni sul social network con altrettanta leggerezza. Ma soprattutto potrebbe diventare luogo di incontro tra generazioni, dove imparare insieme ad utilizzare in modo consapevole questi strumenti.

 

 

Leggi anche

Social
Facebook Dating

Facebook Dating

di

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Scopri Città Nuova di Aprile!

Come essere autentici

Altri articoli

Gocce di Vangelo 13 aprile 2021

Dopo Filippo, la fine di un’epoca?

Gocce di Vangelo 12 aprile 2021

Giordania, il re rassicura

Simple Share Buttons